Was there life before computer?

gli strumenti di calcolo prima dell'era digitale


Le mostre


Dal 2008 presento annualmente la storia del calcolo al centro Exmà di Cagliari, nel contesto di Cagliari Festival Scienza. Utilizzando la mia colle- zione illustro in modo interattivo gli strumenti più significativi, che possono essere provati dal pubblico. Non è infatti concepibile che gli studenti imparino la matematica senza che abbiano una minima idea di come si operava prima dei computer: sarebbe come insegnare la storia partendo dall'invenzione dell' automobile!

L'esposizione minima è facilmente trasportabile, ma posso creare un vero percorso museale arricchendola con documentazione d'epoca, informazioni didattiche e simulazioni interattive. Molti pezzi sono rari e possono essere altrimenti visti solo allo Science Museum di Londra. Dal 2010 ho aggiunto una sezione dedicata alla navigazione astronomica e dal 2017 la storia della comunicazione in tempo reale.

Il complimento più bello l'ho casualmente sentito da un gruppo di ragazzine che consigliavano: andate a vedere i vecchi calcolatori, sono fichissimi! Regoli e pascaline non sono ancora morti e sepolti. Una bella soddisfazione per questo hobby.

Cagliari Festival Scienza 2012

Il mio stand all'evento

Was there life before computer? è stato una delle 10 proposte didattiche che hanno rappresentato l'Italia al Science on Stage Europe 2013, il più impor- tante festival internazionale della didattica. Davvero una bella soddisfazione per il lavoro svolto, e l'esperienza è stata ripetuta nel 2015 con il progetto "Old Calculators & Democracy". La mostra è stata presentata inoltre agli eventi organizzati dalla Oughtred Society a Trento, Berlino, Bonn, Delft, Slubice, Poznań, San Francisco.

Il mio exhibit mira a:

  • suscitare curiosità sugli antichi calcolatori, illustrarne la storia ed il funzionamento;
  • chiarire la differenza fra digitale ed analogico;
  • spiegare le differenze fra i metodi di progettazione antichi e moderni;
  • dimostrare come sia indispensabile utilizzare criticamente calcolatrici e computer.

L'esibizione, rivolta agli studenti delle scuole medie e superiori o ad un pub- blico adulto, può essere effettuata in inglese ed il materiale didattico è bi- lingue. Il tempo minimo necessario è di ca. 20 minuti per un gruppo di 10 visitatori.

Spazio espositivo per regoli e calcolatori

Modello di spazio espositivo


Esposizione minima di calcolatori

Esposizione minima di calcolatori

Esposizione minima di strumenti di navigazione

Esposizione minima di strumenti di navigazione

Altro tipo di spazio espositivo

Ai bambini interessano gli antichi calcolatori

Ai bambini interessano gli antichi calcolatori

I ragazzi prendono appunti

Sempre molta folla

I nomogrammi introducono al regolo

I nomogrammi introducono al regolo

Sempre tutti curiosissimi

Consul Monkey

Si prova la Consul Monkey

Piccola lezione

Lezione di aritmografo

Lezione di aritmografo

Gara di calcolo

In tanti fotografano

Consul Monkey

Riprese relevisive

Lo staff al completo

Descrizione del materiale presentato:

Per mostrare un percorso cronologico completo della storia del calcolo sono sufficienti pochi pezzi significativi integrati da foto e didascalie. Gli strumenti scientifici esposti staticamente mancano infatti di impatto restando muti al pubblico ed è meglio concentarsi sugli aspetti interattivi. In basso un esempio generico di quanto è necessario.

Per i regoli:

Bastoncini di Nepero (ca. 1700 - riproduzione), compasso di Galileo (ca. 1780), regolo Everard (ca. 1780), tavole logaritmiche (1790), regolo fiscale (ca. 1840), regolo di Gunter (ca. 1850), regolo Mannheim (ca. 1870), regolo cilindrico (ca. 1920), regolo di Einstein (ca. 1930), regolo aeronautico (ca. 1940), regolo nucleare (ca. 1960), regolo dell'Apollo 11 (1960), calcolatrice scientifica HP-35 (1972).

Per il calcolatori:

Abaco giapponese (ca. 1870), Webb Adder (ca. 1890), Stephenson adder, (ca. 1890), Adix (ca. 1900), The calcumeter (ca. 1900), Comptator (ca. 1870), Pascalina (ca. 1910), Consul Monkey (ca. 1910), Aritmografo (ca. 1920), addizionatrice Torpedo (ca. 1930), calcolatrice Thales (ca. 1935), calcolatrice Curta (ca. 1948), Addometer (ca. 1955), Addiator (ca. 1965), calcolatrice Commodore (1972).

Da provare per il pubblico: Nomogrammi calcolatori ed aeronautici, Consul Monkey (ca. 1916), Pascaline (ca. 1930), Pascalina in plastica per i più piccoli, regoli calcolatori (ca. 1960), regoli semplificati per i più piccoli, regoli aeronautici (ca. 1990), Aritmografi (ca. 1930).

Per completare la mia carrellata sulle antiche tecnologie propongo una stazione telegrafica funzionante e la prima telescrivente, il Multiplex Baudot del 1874, insieme a una raccolta di telefoni, macchine da scrivere, radio e quant'altro occorre per ricreare un ufficio d'epoca.

Anche se non attinente al calcolo mi appassiona la storia delle comunica- zioni: oggi passiamo molto tempo davanti alla TV ma l'intrattenimento visivo esisteva già nell'800 e, grazie alla mia piccola collezione di lanterne magiche (un invenzione in commercio dal 1663), talvolta presento un "XIX° secolo multimedia show" proiettando storie dipinte a mano su lastre di vetro. Was there life before TV?

Maggiori informazioni su queste collezioni nel mio sito personale. Ringrazio la Prof.ssa Romagnino, Presidente di Scienza Società Scienza, per l'incorag- giamento e la disponibilità sempre dimostratemi.




Nicola Marras 2008 - 2017

      

Valid CSS 3!      Valid HTML 4.01!

Se visualizzate questa pagina priva del menù laterale
di navigazione cliccate sul banner per rientrare nel sito